Il nuovo bando POR FSE Creazione di impresa mette a disposizione delle nuove imprese un contributo in conto capitale finalizzato anche a favorire nuova occupazione.

 

Scadenza e modalità di presentazione Le domande dovranno essere presentate sul portale regionale SIFORM 2 a partire dal 2 giugno (dopo 10 giorni successivi dalla pubblicazione del bando) e fino al 31/12/2021 (ma sicuramente i fondi si esauriranno prima di questa data).
Finalità Il nuovo bando POR FSE 2014/2020 prevede il sostegno alla creazione di impresa funzionale ad un generale incremento dell’occupazione. L’incentivo è diretto a persone in cerca di lavoro, o inattive, disoccupati di lunga durata o persone che si trovano ai margini del mercato del lavoro, soprattutto se donne.
Risorse disponibili Per finanziare le richieste di contributo sono stati messi a disposizione 15 milioni di euro per il triennio 2019/2020/2021 con la possibilità però di chiudere il bando anticipatamente ad esaurimento fondi.
Beneficiari Possono presentare domanda le persone fisiche: •residenti o domiciliati (domicilio da almeno 3 mesi) nella regione Marche •iscritte come disoccupate, ai sensi del D.lgs. 150/2015 e s.m.i., presso i Centri per l’Impiego della Regione Marche, competenti per territorio •con età minima di 18 anni Ciascun soggetto può presentare una sola domanda di partecipazione e non può essere coinvolto in più progetti di nuova impresa.
Progetti finanziabili I progetti, da presentare nell’area territoriale di competenza (coincidente con la Provincia), dovranno riguardare l’avvio di una nuova impresa nella forma della ditta individuale, cooperativa, società di persone, società a responsabilità limitata o studio professionale (singolo o associato). L’apertura della partita iva e l’iscrizione della impresa alla camera di commercio dovrà avvenire successivamente al 23 maggio 2019 e comunque dopo la presentazione della domanda. Le iniziative imprenditoriali dovranno essere innovative, creare occupazione ed essere realizzati nell’arco di un anno dalla data di comunicazione di concessione del contributo.
Natura ed ammontare del contributo Il contributo potrà essere riconosciuto sia in maniera forfettaria che come fondo perduto pari al 100% delle spese effettivamente sostenute. Nel primo caso viene riconosciuto in un ammontare che può arrivare a un massimo di 35000 euro, senza rendiconto delle spese ma con la sola dimostrazione dell’incremento occupazionale conseguito. La seconda formula è invece il consueto contributo da incassare previo rendiconto delle spese. Nel primo caso quindi si prescinde dal valore e dall’ammontare dell’investimento fatto mentre nel secondo è da questo importo che deriva il rimborso del 100% delle spese sostenute e quietanzate.
Tipologia di spesa finanziabile Nel novero delle spese finanziabili (solo per il caso di contributo sulle spese e non forfettario)rientrano: – Spese di costituzione o per polizze assicurative – spesa per fidejussione richiesta per anticipo contributo – spese per consulenze tecniche e per redazione Business Plan (fino a 5000 euro) – Spese per attrezzature e beni mobili – spese per affitto del locale dove verrà esercitata l’attività – spese pubblicitarie(fino a 7.000 euro) – spese relative a canoni leasing -spese per acquisto e ammortamento di beni immateriali. Le spese dovranno partire dal giorno successivo alla presentazione della domanda ed entro un anno decorrente dalla data di concessione del contributo.
Modalità di assegnazione e erogazione contributo Le domande presentate dovranno raggiungere un punteggio minimo per essere ammesse a contributo pari a punti 60/100. La valutazione avverrà secondo l’ordine cronologico di arrivo con valutazioni periodiche per gruppi di domande e successiva notifica degli esiti istruttori. In base alle due tipologie di contributo di cui si è detto: – per il regime forfettario appena approvata la domanda la neo impresa potrà chiedere un anticipo di 15.000 euro erogabile senza fidejussione e con sola dimostrazione dell’avvio della attività, l’apertura di una sede (dimostrando apertura p.iva, iscrizione CCIAA, presenza di un contratto di affitto regolarmente registrato) e l’operatività del titolare o di almeno un socio (che dimostri iscrizione gestione INPS). Invece nel caso di opzione per la formula del rimborso spese, l’erogazione dell’anticipo pari al 40% del contributo è subordinata alla presentazione di una fidejussione. L’ammontare del saldo contributo, in caso di regime forfettario, dipende direttamente dal numero e tipo di assunzioni fatte. Le assunzioni a tempo pieno ed indeterminato comportano un ammontare di 10.000 euro di contributo per dipendente/socio mentre quelle a tempo determinato full time, euro 5000. le riduzioni di orario riducono i suddetti ammontari in proporzione al numero di ore lavorate. Nella seconda ipotesi di regime, con rimborso spese, per il saldo del contributo si presenta il rendiconto di tutte le fatture quietanzate oltre alla dimostrazione dell’eventuale incremento occupazionale.
Priorità Nell’assegnazione del punteggio i criteri utilizzati sono: -grado di affidabilità del progetto (dipendente dall’innovazione, dal mercato dall’adeguatezza delle professionalità coinvolte, dall’apporto di capitale proprio, dalle potenzialità competitive etc.) -dal tipo di impresa (cooperativa, ditta individuale e società di persone sono privilegiate rispetto alle società di capitali) -Soggetti coinvolti: maggior punteggio viene riconosciuto ai disoccupati da più di due anni soprattutto se donne: -tipologia di assunzioni e occupazione creata; -Settore di attività: dove turismo, commercio servizi, green economy e risparmio energetico hanno punteggio più elevato mentre il manifatturiero ha 1 punto e altri settori hanno 0 punti. -infine la localizzazione nelle aree del cratere o di crisi complessa (es. ex Merloni) beneficiano del punteggio più alto rispetto alle altre zone.
Compila i campi qui a fianco, un nostro specialista ti contatterà per risolvere i tuoi problemi
Studio Miucci & Partners Via Ponte Metauro 3/D
61030 Montemaggiore al Metauro (PU)
P.Iva 02127380414

info@studiomiucci.it
www.studiomiucci.it

Gessica Miucci
Gessica MiucciDottoressa

Richiedi informazioni sui nostri servizi




Fatturazione elettronicaControllo di gestioneContabilitàGestione fiscale e-commerce

Ho preso visione della normativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati