Incentivi finanziari messi a disposizione dalla Regione Marche per favorire le attività commerciali e di somministrazione di alimenti e bevande del proprio territorio. Gli interventi finanziati dovranno contribuire alla riqualificazione e valorizzazione di aree, piazze e vie, soprattutto i centri storici. Particolare favore verrà riconosciuto a nuovi esercizi gestiti da giovani.

Partecipazione e scadenza bando

Le domande di partecipazione al bando dovranno essere presentate entro il 10 giugno 2019 sia per il bando relativo ai     comuni con meno di 5000 abitanti che per quello generale.

Finalità Promuovere la valorizzazione e riqualificazione delle attività commerciali privilegiando quelle ubicate nei centri storici e soprattutto le nuove attivate avviate da giovani. Pur trattandosi di bando unico è, per le imprese ubicate nei comuni con meno di 5000 abitanti, prevista la possibilità di partecipare o al bando dedicato (che ha uno stanziamento più contenuto) oppure di prendere parte al bando generale andando a concorrere con tutte le altre richieste.
Beneficiari Micro, piccole e medie imprese impegnate in attività di commercio al dettaglio in sede fissa e di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande. Le imprese richiedenti, se già esistenti, non può partecipare se dichiara un volume di affari superiore a due milioni di euro (risultante da ultima dichiarazione IVA)
Interventi finanziabili Ristrutturazione, manutenzione ordinaria e straordinaria del locale in cui esercita l’attività -Attrezzature fisse e mobili inerenti l’attività di vendita e/o di somministrazione di alimenti e bevande -Arredi strettamente inerenti l’attività
Spese finanziabili Saranno finanziate le spese sostenute a partire dal 1° gennaio 2018 ed entro i sei mesi successivi alla pubblicazione delle graduatorie. La spesa minima deve essere superiore ad euro 15.000 e superiore a euro 60.000. In caso di attività promiscue (es. commerciale e artigianale) le spese inerenti i laboratori saranno ammesse solo se funzionali all’attività di vendita. Non saranno ammessi i beni usati ed i noleggi. I beni dovranno essere nuovi di fabbrica. L’importo di ogni fattura non potrà essere inferiore a 100 euro, non saranno ammesse le spese di attivi di aziende e non saranno riconosciute le spese di consulenza e/o progettazione
Natura ed ammontare del contributo L’incentivo viene riconosciuto nella forma del contributo a fondo perduto pari al 20% della spesa ammessa a contributo.
Parametri di assegnazione punteggio Il punteggio verrà assegnato in base a parametri di priorità riconosciuta a: nuove attività o esercizi di subentro; attività gestita da giovani con età compresa tra i 18 ed i 35 anni (solo in caso di ditte individuali o società di persone); esercizi ubicati in centro storico; Richieste inerenti spese già sostenute almeno per un 70% e fino al 100%; Esercizi commerciali che sulla medesima unità locale non abbiano ottenuto già altri contributi di qualsiasi tipo; Esercizi commerciali gestiti da donne.
Compila i campi qui a fianco, un nostro specialista ti contatterà per risolvere i tuoi problemi
Studio Miucci & Partners Via Ponte Metauro 3/D
61030 Montemaggiore al Metauro (PU)
P.Iva 02127380414

info@studiomiucci.it
www.studiomiucci.it

Gessica Miucci
Gessica MiucciDottoressa

Richiedi informazioni sui nostri servizi




Fatturazione elettronicaControllo di gestioneContabilitàGestione fiscale e-commerce

Ho preso visione della normativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati