BANDO REGIONE MARCHE LAVORATORI PRECARI

//BANDO REGIONE MARCHE LAVORATORI PRECARI

AIUTI ALLE IMPRESE PER STABILIZZAZIONE LAVORATORI PRECARI

BANDO FSE MARCHE 2014/2020

 

Incentivi alle imprese, del territorio marchigiano, per stabilizzazione di contratti di lavoro precari attivi da almeno tre mesi

Finalità del bando La Regione Marche intende contrastare la precarietà del lavoro finanziando le imprese che trasformano in contratti a tempo indeterminato i contratti di lavoro dei propri dipendenti in stato di precarietà (assunti con contratti a termine, contratto ripartito a tempo determinato, contratto di lavoro intermittente a tempo determinato, contratto a progetto CoCoCo)
Beneficiari Possono fare domanda le imprese, di tutti i settori di attività, che stabilizzano a tempo indeterminato full-time o part-time i contratti precari.
Condizioni per l’accesso al beneficio L’incentivo alle assunzioni è riconosciuto solo nel caso in cui la trasformazione riguardi contratti in essere da almeno tre mesi e la cui trasformazione a tempo indeterminato venga effettuata dopo la presentazione della domanda di contributo alla Regione.
Ulteriori condizioni previste per la regolarità della richiesta Possono fare richiesta le imprese: -iscritte alla CCIAA; -che abbiano sede operativa nella Regione (o che l’avranno prima del pagamento del contributo); -in regola con il CCNL, con il DURC, con le norme sulla sicurezza dei luoghi di lavoro, non in stato di fallimento o liquidazione; -che non hanno effettuato licenziamenti nei 6 mesi precedenti alla data di presentazione della domanda (salvo il caso di giusta causa, e per giustificato motivo) e che non si trova in CIGS; -che non sono presenti rapporti di parentela o coniugio con i nuovi assunti;
Natura ed ammontare del contributo Il contributo a fondo perduto, concesso in De Minimis, ammonta ad €10.000 per ogni assunzione full-time (e in caso di part-time ridotto proporzionalmente al numero di ore lavorate)fino ad un massimale di 10 assunzioni per azienda.
Assegnazione del contributo Il contributo viene assegnato al conseguimento di un punteggio di 60/100 ed in base all’ordine cronologico di arrivo delle domande. Elementi rilevanti per la assegnazione del punteggio sono la durata dei contratti precari pregressi (più o meno di 7 anni)- il genere del destinatario dell’assunzione (donna o uomo)-la dinamica occupazionale dell’impresa (impresa che negli ultimi 3 anni ha incrementato/mantenuto o ridotto il personale)- tipologia dei soggetti coinvolti (punteggio legato al fatto che si assumano ex tirocinanti, ex borsista precario over 35 etc..). Per incassare il contributo eventualmente assegnato l’azienda dovrà presentare una garanzia fidejussoria a copertura dei tre anni che corrispondono anche al periodo in cui la ditta ha l’obbligo di mantenimento della assunzione.
Scadenza Dal momento della pubblicazione del bando. prevista per i prossimi giorni, si potranno presentare le domande con scadenza del 31/12/2020.
Compila i campi qui a fianco, un nostro specialista ti contatterà per risolvere i tuoi problemi
Studio Miucci & Partners Via Ponte Metauro 3/D
61030 Montemaggiore al Metauro (PU)
P.Iva 02127380414

info@studiomiucci.it
www.studiomiucci.it

Gessica Miucci
Gessica MiucciDottoressa
[contact-form-7 404 "Not Found"]

2018-11-21T14:22:39+00:00novembre 7th, 2018|News|0 Commenti
×
Ciao,
come possiamo aiutarti ?